“Pagamenti agro-climaticoambientali” PSR Calabria 2014/2020

Domande di adesione alla Misura 10 “Pagamenti agro-climatico ambientali”del PSR Calabria 2014/2020
Intervento 10.01.09 “Apicoltura per la preservazione della biodiversità” Annualità 2018.

Aprocal informa che è stato aperto il bando relativo all’Intervento 10.01.09

“Apicoltura per la preservazione della biodiversità” – PSR Calabria 2014/2020.

Il bando completo è visionabile al seguente link: 

Di seguito una sintesi sui contenuti dell’intervento:

SINTESI DOMANDA DI SOSTEGNO
MISURA 10 – Pagamenti Agro-Climatico-Ambientali (art. 28. Reg. UE 1305/2013)
INTERVENTO 10.01.09 – Apicoltura per la preservazione della biodiversità

OBIETTIVO
Supportare le pratiche di apicoltura volte alla tutela della biodiversità, mediante un sostegno economico a copertura dei maggiori costi e minori guadagni a fronte dell’assunzione di impegni più favorevoli all’ambiente rispetto alle pratiche ordinarie. Lo scopo dell’operazione è quello di aumentare, per il tramite dell’attività del nomadismo, il numero di apiari nelle aree interessanti per la biodiversità, con l’obiettivo di migliorare il servizio di impollinazione, di preservare e migliorare la ricchezza della biodiversità vegetale e l’habitat naturale.

BENEFICIARI
Aziende agricole che praticano l’apicoltura e che abbiano sede legale in Calabria.

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ AL MOMENTO DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

  • essere “agricoltore attivo”, da desumersi dal fascicolo aziendale;

  • essere iscritto alla Banca Dati Apistica (BDA) al 31 dicembre 2017;

  • possedere le capacità tecniche di effettuare il nomadismo.

Affinché la domanda sia ammissibile, l’azienda dovrà presentare un “piano annuale preventivo” riportante:

  • le “essenze botaniche” sulle quali si intende trasferire gli apiari per la stagione di volo;

  • le zone/postazioni (con coordinate GPS) in cui viene collocato l’apiario (da individuare secondo quando riportato nella “Carta d’uso del nomadismo apicolo – Misura 10.01.09”).

  • il periodo di permanenza dell’apiario sulla postazione (seguendo il calendario della tabella “Periodo di fioritura”);

  • il numero di alveari che si intende posizionare sulle singole postazioni.

IMPEGNI
La durata degli impegni è di 5 anni a decorrere dall’anno di presentazione della domanda. I beneficiari si impegnano a rispettare:

  • le condizioni generali applicabili ai beneficiari delle misure agro-climatico-ambientali;

  • praticare il nomadismo in zone di agricoltura estensiva, per come individuate nella “Carta d’uso del nomadismo – Misura 10-01-09”;

  • non superare gli 80 alveari per postazione, mantenendo una distanza tra apiari di 1 km ed un massimo di 17 alveari ad ettaro;

  • utilizzare strumentazione GPS per tracciare postazioni e spostamenti;

  • tenere un registro aziendale che tracci le operazioni apistiche e gli spostamenti;

  • utilizzare solo l’ape autoctona (Apis mellifera ligustica-ecotipo locale);

  • non somministrare alimenti stimolanti che contengano polline nei periodi di piena attività.

IMPORTI AMMISSIBILI DI SOSTEGNO
Il sostegno viene quantificato in:

  • 22,00 €/alveare fino a 100 alveari;

  • 18,00 €/alveare da 101 fino a 500 alveari;

  • 16,00 €/alveare da 501 in su.

Il premio massimo annuale non potrà superare i 20.000,00 € per singola azienda.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

  • fascicolo aziendale che attesti la condizione di “agricoltore attivo”;

  • iscrizione alla Banca Dati Apistica (BDA) del Ministero della Salute;

  • Relazione tecnica, debitamente sottoscritta da un tecnico abilitato, che contenga tra l’altro:
    – il “piano annuale preventivo” (per come descritto precedentemente);
    – la dimostrazione della
    capacità tecnica di effettuare nomadismo;

La domanda dovrà essere presentata utilizzando la funzionalità on-line mediante il portale SIAN per il tramite di un Centro Autorizzato di Assistenza Agricola (CAA).

L’associazione Aprocal metterà a disposizione dei propri associati un gruppo tecnico di lavoro che provvederà a preparare la “RELAZIONE TECNICA” da allegare alla domanda di sostegno. Inoltre, si organizzeranno degli incontri tecnici per gli apicoltori sul territorio, con l’obiettivo di approfondire i contenuti della misura.

Puoi anche scaricare il documento cliccando su: SINTESI DOMANDA DI SOSTEGNO

Per qualsiasi dubbio scrivici attraverso il FORM CONTATTI
oppure telefona al 329 5457225